Incontri al caffè

Gli incontri al Caffè

CaffedeLaVersilianaGli “Incontri al Caffè de La Versiliana” si tengono da 38 anni nella pineta di Marina di Pietrasanta cara a Gabriele D’Annunzio, in uno spazio nel quale si respira la storia, l’arte, e oggi anche l’attualità. Scrittori, politici, giornalisti, scienziati, accademici, donne e uomini dello spettacolo e della cultura, danno vita nei pomeriggi di luglio e agosto, davanti alla storica Villa, a dibattiti, happening e conferenze. Lo spunto è dato spesso da libri freschi di stampa, o da temi di stretta attualità. Negli anni, da occasione di dibattito sulle nuove uscite editoriali il Caffè si è trasformato in evento politico e culturale. Gli “incontri al Caffè” sono di fatto il più lungo e frequentato salotto estivo italiano.

L’edizione 2017: i protagonisti

Il cartellone dell’edizione 2017 si svilupperà ogni giorno alle 18.30 nella pineta di Marina di Pietrasanta, secondo tradizione, fino al 30 agosto, con  ingresso libero.

Ancor più che negli anni scorsi, il Caffè sarà il salotto-evento dell’estate legato all’attualità. e anche per questo i partecipanti saranno definiti e annunciati di settimana in settimana. Già adesso hanno confermato, tra i politici, i ministri Roberta Pinotti (28 luglio), Valeria Fedeli (1° agosto) e Gian Luca Galletti (7 agosto). Sabato 29 luglio toccherà al presidente della Liguria,Giovanni Toti. Il 9 luglio, giornata dedicata alla giustizia con Anna Maria Bernini, Annalisa Chirico, Arturo Diaconale, David Ermini, Peter Gomez, Beniamino Migliucci e Stefano Zurlo. Figurano quest’anno politici come Massimo D’Alema (10 luglio), Giorgia Meloni, Walter Veltroni, Piero Fassino, Maurizio Gasparri, Maurizio Landini, Emanuele Fiano, … Presidenti di Regione come Enrico Rossi e Nicola Zingaretti.  Giornalisti, scrittori e anchorman come Bruno Vespa, Mario Giordano, Aldo Cazzullo, Paolo Del Debbio, Gianluigi Paragone, Massimo Giannini, Marcello Veneziani, Magdi Allam, Virman Cusenza, Giorgio Mulè, Peter Gomez, Vittorio Feltri, Alessandro Sallusti, Ferruccio De Bortoli, Massimo Giletti, Roberto Bernabò, Paolo Brosio, Giulia Innocenzi, Alan Friedman, Franca Leosini, Farian Sabahi, Paola Calvetti, Stella Pulpo, Lirio Abbate, Cinzia Tani… Personalità della cultura e dello spettacolo come Luca Barbareschi, Gabriele Lavia, Veronica Pivetti, Lino Guanciale, Giobbe Covatta, Antonello Dose, Gianmarco Tognazzi… Torneranno gli scrittori bestseller Roberto Cerè e Raffaele Morelli, ma anche Marcello Simoni, Maria Rita Parsi, Antonella Boralevi, gli psicanalisti Claudio Risè e Luigi Zoja,il re dei tatuaggi Alessandro Bonacorsi, l’imprenditore Matteo Marzotto, Marina Ripa di Meana… Molte le figure istituzionali, come l’ambasciatore del Regno Unito Jill Morris, il generale Mario Mori e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. Giornate speciali saranno dedicate alla lotta ai tumori con testimonianze e interventi di pazienti e luminari della medicina, alle storie di vita esemplari con Francesca Fellini, alla cultura enogastronomica con Eleonora Cozzella, alle bellezze e tradizioni della Versilia con Fabrizio Diolaiuti, alle iniziative della Fondazione Henraux…

Condurranno gli incontri Annalisa Bruchi, Claudio Brachino, Paolo Liguori, Tiberio Timperi, Annalisa Chirico, Marco Ventura… Saranno coinvolti lungo tutto il calendario i direttori di “Nazione” e “Tirreno”, Francesco Carrassi e Luigi Vicinanza, a conferma del legame con la Toscana e il territorio.

Gli incontri saranno ripresi dal lunedì al venerdì dalle telecamere di “Noi Tv” (canale 10 del digitale terrestre e Rete Versilia canale 85) e per la prima volta, nel fine settimana, dal quelle di TGcom24.

Il rapporto col territorio

Il Caffè riparte, il sole scende sulla pineta e residenti e villeggianti cercano frescura e uno sguardo sul mondo dopo una giornata di mare. Pietrasanta e la Versilia, con le loro gallerie d’arte e le loro tradizioni storico-letterarie, musicali e gastronomiche, ambiscono a essere sempre di più il fulcro della vita politica e culturale estiva, non solo toscana. Palcoscenico nazionale, il “Caffè de La Versiliana” è sempre stato un grande palcoscenico legato anche al territorio, nel quale si ritrovano i gusti, i sapori, l’artigianato, la musica della Versilia, fino alla giornata conclusiva dedicata alle Contrade di Pietrasanta.

Storia di un Caffè

La grande storia nel retroscena. Gli “incontri al Caffè de La Versiliana” si tengono nella pineta 201008281031580cantata da Gabriele D’Annunzio. Il salotto estivo, lanciato da Romano Battaglia, romanziere e divulgatore televisivo della cultura letteraria, dipana il suo ricco calendario dall’8 luglio a fine agosto nella macchia che il Vate descrisse come “attraversata da larghi viali sòffici su cui si galoppa senza rumore, come in sogno”. Era il 1906. D’Annunzio, del quale si vociferava che risiedesse nella terra di Puccini per collaborare col Maestro, avrebbe rimpianto quella “vastissima villa tra il Forte de’ Marmi e Viareggio, circondata dalla magnifica pineta che laggiù si distende lungo la spiaggia… Un rifugio bello e sicuro, in una solitudine perfetta”. Uno spettacolo “dall’alba al tramonto, ne’ suoi aspetti mutevoli di bellezza, secondo le luci mutevoli delle ore, l’Alpe lunense / cerula d’ombre / bianca di cave / e l’immensa distesa delle acque marine fino alle isole lontane, ‘forme d’aria nell’aria’, di Capraia e di Gorgona”. Oggi tra quei pini, nello spazio del Caffè de “La Versiliana”, si respira l’arte ma anche l’attualità. Sul palco del “Caffè” sono passati ospiti illustri che hanno attraversato 37 anni di storia italiana. Politici e scrittori. Molti anche gli stranieri. L’avvio degli incontri avvenne in coincidenza con la seconda edizione del festival, con l’obiettivo di riproporre la tradizione dei cenacoli culturali attivi e numerosi in tutta la Versilia fra gli anni ’30 e ’60. Al “Caffè Margherita” di Viareggio si ritrovavano personaggi come Giacomo Puccini e Lorenzo Viani. I “Caffè” di Forte dei Marmi erano frequentati dai maggiori letterati e artisti, da Soffici a Carrà, da Papini a Montale, da Ungaretti a Tobino. In Versiliana, inizialmente, il Caffè era proprio un “caffè” sorseggiato tra amici letterati nella frescura della pineta. Quei pochi tavolini sono diventati via via una vera e propria platea. Sul palco politici come Andreotti e Spadolini, giornalisti e scrittori come Enzo Biagi, Mario Soldati, Indro Montanelli, Piero Angela, attori come Vittorio Gassman, scienziati come Margherita Hack e Rita Levi Montalcini. Fino ai giorni nostri.