Arte, Materia e Riciclo

PROGETTO

“ARTE, MATERIA E RICICLO”

Il progetto “La Versiliana dei Piccoli” si inserisce all’interno della programmazione di eventi che la Fondazione La Versiliana organizza in collaborazione con il Comune di Pietrasanta (LU) e con il sostegno/patrocinio della Regione Toscana.
Il Festival, giunto alla 37a edizione, presenterà, dal 11 Luglio al 28 agosto oltre cinquanta eventi: prosa, danza, musical, nel grande teatro all’aperto della Versiliana, le letture dell’Eneide di Virgilio e i “Tramonti Shakesperiani” (nel 400° anniversario della morte di W. Shakespeare) al Pontile di Marina di Pietrasanta. A ciò si aggiungono anche concerti, comici e one man show nel parco, per la sezione “Versiliana Extra!” nonché i celebri “incontri al Caffè della Versiliana”.
Protagonisti saranno come sempre le più celebri personalità della politica, della letteratura, del cinema, della scienza, della cultura enogastronomica con tanti eventi dedicati ai bambini.

Lo Spazio Bambini è nato come un’appendice agli spettacoli degli adulti e trova spazio all’interno dell’area chiamata  “Versiliana dei Piccoli”.

Quest’ultima venne realizzata nel 1987 in una vecchia fabbrica dell’800 per la lavorazione dei pinoli.  Dall’anno di nascita, prendono così il via attività che portano la “Versiliana dei Piccoli” a diventare Parco Divertimento Intellettuale, frequentato, gratuitamente, da luglio ad agosto, da oltre 12.000 bambini (dato estate 2015).

Ogni anno viene scelto un tema, quello dell’estate 2016 sarà “Arte, Materia e Riciclo”.

Il progetto si compone di un laboratorio didattico creativo nel quale interverranno artisti importanti quali Matteo PugliesePiero Giannoni, lo street artist Pao, ecc.. spettacoli teatrali, orto biologico didattico, mostre nonché di una nuova area giochi all’aperto realizzata con manufatti provenienti dal riciclo.

Arte, materia e riciclo” ha come obiettivo quello di sensibilizzare i bambini al valore della materia proveniente dal riciclo puntando molto sulla quotidianità, la creatività e l’arte. L’iniziativa vuole indirizzare le nuove generazioni a far proprio il concetto alla base dell’economia circolare, ovvero un modello economico sostenibile dal punto di vista ambientale in cui la materia viene costantemente riutilizzata, attraverso processi di trasformazione e valorizzazione, con forte limitazione dell’incenerimento e del conferimento in discarica.

La Fondazione Versiliana si è interrogata su come contribuire, quale polo culturale, alla crescita della consapevolezza del rifiuto come “valore” decidendo di incentrare le attività ludico-didattiche di quest’anno sul valore del materiale proveniente dal riciclo, coniugando così la mission artistica culturale della Fondazione con gli ambiziosi obiettivi cui è chiamata l’Italia a competere. Il messaggio che si vuole passare è che il rifiuto può essere fonte di “bellezza”, utilità e valore sfuggendo al concetto di “inutile” e “scarto”.

Alla cultura dell’usa e getta si vuole contrapporre un’idea di materia intesa come risorsa dagli usi infiniti, suggerendo un riuso creativo e la valorizzazione del materiale, nelle sue potenzialità, espressività e molteplici letture.
Mescolare assieme materiali provenienti dal rifiuto con cultura e arte è secondo noi la chiave di successo di questa iniziativa che, pur non proponendosi di risolvere il problema del nostro Paese, si candida a essere un punto di riferimento nelle grandi sfide sul tema dell’ambiente.
Ulteriore elemento di novità del presente progetto è che questo si presenta come modello itinerante e quindi replicabile sul territorio nazionale. A tal proposito saranno realizzate visite guidate agli amministratori locali.

Le attività previste sono 5:
1- Laboratorio didattico creativo con artisti
2- Spazio espositivo
3- Virtual Tour WASTE LAB 1.0
4- Nuova area giochi
5- Orto biologico didattico

 

1. LABORATORIO DIDATTICO CREATIVO

Tutto il materiale utilizzato  per i laboratori è stato donato dai Consorzi di filiera:  Cial per l’alluminio, Comieco per la carta, Corepla per la plastica, Coreve per il vetro, Ricrea per l’acciaio e Rilegno per il legno.

L’obiettivo del “laboratorio didattico” è diffondere il concetto di sostenibilità anche nelle nuove generazioni, rinnovando il concetto di rifiuto, ripensando ai gesti del proprio quotidiano, facendo uso della regola generale che “imparare divertendosi” è il metodo più efficace per apprendere e “far propri” concetti anche complessi.

La novità consiste nel fatto che questo percorso di avvicinamento tra il bambino e il sistema complesso di riciclo della materia avverrà attraverso collaborazione di importanti artisti italiani e internazionali che hanno già dato la propria disponibilità a partecipare a questo laboratorio.

L’obiettivo che ci si propone è di avvicinare la materia derivante da rifiuto al suo riutilizzo e trasformazione in nuovi manufatti artistici.

Questo percorso sarà con cadenza bisettimanale e impegnerà 18 pomeriggi: sarà presente un team di formatori ambientali che, prima dell’inizio dei lavori, spiegherà ai bambini l’origine della materia sulla quale andranno a lavorare assieme agli artisti.

I Maestri che si sono resi disponibili a vario titolo per essere coinvolti sono:

Per la parte didattica conoscitiva (intervento materico con i bambini):
Umberto Cinquini: maestro carrista della cartapesta e scenografo del Carnevale di Viareggio.
Piero Giannoni: artista di Pietrasanta tra i più grandi mosaicisti viventi.
Matteo Pugliese: scultore milanese che questa estate, giugno-settembre 2016, terrà una sua mostra personale nel Parco e nella Villa della Versiliana.
Helidon Xhixha: scultore albanese di fama mondiale.
– Alfredo Sasso: pittore e scultore di respiro internazionale con Studio a Pietrasanta.
Emanuele Giannelli: pittore e scultore di Forte dei Marmi, tra i più famosi giovani emergenti dell’arte contemporanea.
PAO: milanese, street artist di fame europea (realizzerà nell’estate 2016 un opera murales nel fabbricato dello “Spazio dei Piccoli” della Versiliana)

Per la parte incontri (confronto con i bambini);
Franco Adami: scultore e pittore italo francese di fama mondiale.
Rinaldo Bigi: pittore e scultore di Pietrasanta docente dell’Accademia d’Arte di Carrara.
Gianmarco Montesano: pittore (e regista teatrale) tra i massimi esponenti del contemporaneo europeo.

 

2. SPAZIO ESPOSITIVO

All’interno del parco verrà allestito un’ulteriore spazio dove i più piccoli trarranno informazioni sul tema del “Riciclo”; verrà proposta una visione d’insieme della natura dei rifiuti con il video prodotto da Conai.
Saranno inoltre posizionate 6 opere realizzate interamente con materiale riciclato che l’artista Umberto Cinquini descrive così: “6 personaggi in cerca di riciclo. Non potevano esimerci dal rappresentare in modo grottesco il fantastico mondo del riciclo delle materia. Una bella e costruittiva esperienza per noi che costruiamo anche con materiali riciclati i nostri grandi carri allegorici al Carnevale di Viareggio che siamo servirà ai più piccoli per scoprire il fantastico mondo del riciclo.”

 

3. VIRTUAL TOUR WASTE LAB 1.0 (attivo da metà luglio)

Oggi più che mai è necessario riconsiderare il rifiuto nella sua totalità espressiva, con una rifunzionalizzazione della sua “vita”.

Ogni oggetto verrà progettato, sin dalla sua fase di gestazione, per essere riutilizzato. Nulla andrà perduto, ma tutto verrà trasformato.
Forti di questo ragionamento è stato deciso di investire sull’innovazione, presentando un sistema di comunicazione originale e accattivante: il Tour Virtuale nel mondo dei rifiuti.
Il virtual tour è uno strumento composto da immagini a 360°, navigabili intuitivamente da tutti i dispositivi, che permette al fruitore di compiere una visita interattiva. Grazie alla resa grafica, ai visori 3D e alla qualità delle immagini in HD, è in grado di fornire un’esperienza con un notevole impatto emozionale.
Sarà inoltre realizzato uno story board che manterrà la componente ludica, dove i bambini, come in un videogioco, saranno parte attiva nello scegliere dove collocare un rifiuto, diventando anche parte integrante dello spazio accompagnando così il rifiuto nel processo di trasformazione sino al prodotto finale.
L’idea di fondo è che l’esperienza Multimediale si serva del fumetto (o cartone animato), inserendolo in un contesto a loro familiare, il parco giochi, per attirare l’attenzione dei bambini, stimolarne l’apprendimento sensibilizzandoli sulla tematica del riciclo tramite il gioco.
Premio di questo “gioco virtuale” è l’apprendimento delle buone pratiche di raccolta differenziata, e il superamento del concetto negativizzante del rifiuto, ovvero la completa immersione nel mondo della valorizzazione del rifiuto in risorsa.

 

4. NUOVA AREA GIOCHI

L’area giochi all’aperto è stata completamente rinnovata con prodotti provenienti da materiale riciclato.

La totale riprogettazione dell’area ha avuto un doveroso necessario occhio di riguardo alle disabilità per permettere a tutti i bambini di poter fruire di uno spazio giochi all’aperto soprattutto durante le ore pomeridiane.

La pavimentazione dell’area giochi è stata realizzata grazie al contributo del Consorzio Greentire, in collaborazione con la società GommAmica, che si occupa del recupero degli pneumatici fuori uso (PFU) con 2.300 pneumatici (PFU) di autovetture.

 

5. ORTO BIOLOGICO DIDATTICO 

Il Consorzio Italiano Compostatori ha contribuito alla realizzazione dell’orto biologico didattico le cui piante verranno concimate esclusivamente da compost derivante da rifiuto organico. Dal Consorzio verrà inoltre donata una compostiera. 

 

Altre attività

Nella programmazione del Caffè della Versiliana, in data 25 agosto, è previsto un dibattito pubblico sul tema dell’economia circolare alla quale saranno chiamati a intervenire i responsabili del sistema dei consorzi obbligatori e di aziende di gestione del ciclo urbano dei rifiuti.
Il progetto garantirà un’adeguata visibilità sia nei talk show della Versiliana che negli altri spazi del parco aperti al pubblico, del consorzio CONAI e della importante funzione che lo stesso ha svolto e svolge in favore dei Comuni della Versilia, con un eventuale focus sulle attività dei singoli consorzi. Le varietà specifiche che la Fondazione Versiliana mette a disposizione di questo progetto consente di ampliarlo con ulteriori iniziative che il consorzio CONAI volesse andare a proporre.
Tutte le attività saranno comunque inserite all’interno di un più vasto cartellone di iniziative per i piccoli che prevede ulteriore attività tra cui anche laboratori teatrali, performance di comici e ulteriori iniziative ludico creative.